Piccola anteprima!

News! Sto collaborando con il blog Cartaresistente per la realizzazione di nuovi quaderni, non posso svelare di più ma sarà una cosa fighissima 😀

Ecco un’anteprima:

Cartaresistente quaderni

Adesso sono in piena produzione, e sto anche creando nuovi design e nuovi quaderni per il mio shop! Nuove carte, nuovi design, nuove idee! Nel weekend aggiornerò i prodotti nello shop che, vi ricordo, è questo: https://www.etsy.com/it/shop/Idontfinishanything

E’ un piccolo shop indipendente di cose fatte a mano, soprattutto quaderni, perché io adoro i quaderni, li colleziono e li uso per disegnare, scrivere, fare art journaling, fare storyboard, collage, ecc…

Ci sono due prodotti nuovi in particolare che mi piacciono molto, sono originali e particolari, e sono:

ART JOURNAL RILEGATO A MANO, PAGINE SPESSE (A5)

QUADERNO STORYBOARD PER FUMETTISTI (A5)

Con disegno di Game Boy sulla copertina (ah come sono nostalgica!)

Presto vi mostrerò i nuovi prodotti che inserirò a breve!

Poi pensavo anche ad un’altra cosa… ho mille idee, ma il tempo e le energie non bastano mai! Anni fa avevo aperto un sito, creato da me, era il primo sito italiano dedicato all’art journaling. Poi l’ho chiuso perché giustamente I don’t finish anyth… XD Però ho ancora tutti i contenuti e pensavo che potrei pubblicarli a puntate qui sul blog, era un sito carino e anche se non sono molto brava a scrivere articoli, potrebbero comunque essere interessanti per chi si vuole cimentare o è in cerca di ispirazione…

🙂

E poi niente, non aggiorno mai il blog ma ogni giorno mi vengono idee e ogni giorno capita qualcosa di interessante… adesso sto tenendo aggiornato il blog dedicato al mio fumetto, aggiorno due volte a settimana, anche se solo per mettere uno sketch, ma sono sempre al lavoro in un modo o nell’altro. E mi piacerebbe tornare ad aggiornare il blog dedicato all’altro fumetto, e soprattutto mi piacerebbe tornare a disegnare quel fumetto. Poi ho un milione di cose da fare segnate in agenda ma non ci riesco.

Stasera eravamo indecisi su che film guardare durante la pizzata, e alla fine abbiamo deciso per Hamburger Hill. Però non mi ha convinto… forse mi aspettavo qualcosa di più simile ad Apocalypse Now o Full Metal Jacket che sono dei gran capolavori… non so!
Come libri, dopo Cuore di Tenebra (giustamente… non potevo non leggerlo) sto leggendo Azione immediata di Andy McNab (ADORO!) e sin dalle prime pagine non riuscivo a staccarmi, è uno dei libri più belli e interessanti che io abbia mai letto. Già avevo adorato Pattuglia Bravo Two Zero e questo è pure più bello! E’ uno di quei libri che più leggi, più speri che non finisca mai ❤

Ho comprato 3 libri su ebay di cui uno fuori catalogo e non vedo l’ora che mi arrivino. E ne ho alcuni nuovi per il kindle, certo preferisco il cartaceo, ma a volte se si può risparmiare… che poi tra parentesi sul kindle devo ancora finire Anarchy Evolution e Cronache di Gerusalemme, ma prima o poi ci riuscirò! Beh comunque i nuovi ebook che ho preso sono Fanteria dello spazio e un paio di libri su Bobby Sands. Vorrei approfondire lo studio della situazione dell’Irlanda del Nord perché secondo me certe cose si possono applicare al mio fumetto, così come ho applicato nozioni tratte da film e documentari di guerra, soprattutto i risvolti psicologici che sono la parte che più mi interessa!

Infine un’informazione utile!

Domenica 12 aprile ci sarà il mercatino di beneficenza del Gattile, con oggetti in vendita a pochi euro, io andrò a caccia di libri come sempre, trovo sempre delle cose interessanti e il ricavato delle vendite servirà a sostenere l’associazione!

http://www.telefonodifesaanimali.it/

A presto!

Annunci

EBBASTA! Nuovo concorso di Cartaresistente…

IMG_8459.JPG

Partendo dalla vignetta di Michele Rota apparsa su CRT Domenica 23 Novembre 2014, Cartaresistente apre oggi un nuovo mini Concorso che chiuderà sabato 19 Gennaio 2015 e questa data non è casuale.

Quante volte caro lettore ti è capitato di dire “ebbasta” a qualcosa o a qualcuno, esprimendo in questo modo la tua insofferenza su quanto stava accadendo e ti auguravi con questa affermazione che la cosa o chi avevi difronte la smettesse perchè ne avevi abbastanza?
Anche difronte all’ovvio c’è un “ebbasta” nel senso che preferiremo a volte non tirarla per le lunghe anche nelle cose di tutti i giorni, veloci e via e non lente e ri-trite: non sentire la solita musica; non vedere le solite facce in TV che ti raccontano le stesse cose di sempre; non avere più orari stressanti da rispettare; non essere infastiditi da quello del piano di sopra che non dorme e…

View original post 280 altre parole

Sul mio comodino… aprile 2014

Ok sul mio comodino ci sono un’infinità di libri e fumetti da leggere… al momento sto leggendo questi.

Ieri ho finito il primo numero di Lukas e mi è piaciuto parecchio, è una storia sanguinosa di vampiri, omicidi e misteri.
Poi ho cominciato Due come noi.

duecomenoi

Fa morire dal ridere e adoro i disegni!!! Negli anni 80/90 sì che sapevano creare belle storie senza tutti i “virtuosismi” grafici di adesso. Trappola nella quale sono caduta anche io, perché i tempi cambiano e ora bisogna per forza essere tutti bravissimi e perdere tutto il proprio tempo libero e le notti a fare disegni perfetti e sfondi particolareggiati, altrimenti non sei nessuno. E’ una ragnatela dalla quale non ci si può liberare. Così come per la colorazione digitale… tutti la fanno, tutti la sanno fare, tutti sembra che riescano al primo colpo, tutti tranne me. Parlo sempre dei disegnatori principianti, non dei professionisti che sono proprio su un altro livello, inarrivabile.
Credo sia così per tutto, al giorno d’oggi. Si è persa la spontaneità, la genuinità, non so come altro chiamarla.
Comunque resto una grande fan dei fumetti anni 80/90.
Come sono nostalgica 🙂

Poi sto leggendo, finalmente, questo libro fantastico: L’autobiografia dei Monty Python.

montyp

Avevo credo 15/16 anni quando una mia amica mi ha fatto vedere Monty Python e il Sacro Graal con l’audio originale. Anni dopo ho recuperato tutti i dvd e visto tutti i film, anche Live at the Hollywood Bowl, e ho anche i dvd del Flying Circus che avevo visto tempo fa ma ora ce li stiamo riguardando.

Questo libro è scritto molto fitto, pieno di informazioni interessanti: i Monty Python si raccontano, dal periodo dell’infanzia, le superiori, il college, i lavori dopo il college, e ora sono a metà libro, in cui raccontano del periodo del Flying Circus. Si scoprono tanti retroscena, come i “gruppi di lavoro”, le “fazioni” Cambridge e Oxford, il metodo di lavoro e di scrittura degli sketch… di come volessero andare oltre gli schemi con la comicità, smontando la struttura del classico sketch comico, eliminando la battuta finale, unendo tutto in una sorta di flusso di coscienza, incorporando le animazioni…

Questo pezzo è un commento di John Cleese allo sketch del Ministero delle camminate stupide.

montypython2

Interessante! Era tutto studiato alla perfezione, non c’era spazio per l”improvvisazione.
Un libro consigliatissimo 🙂
Adesso ho voglia di rifare la Maratona Monty Python.

 

Una giornata come tante

Ore 13:50

Non trovavo la Pinta maledetta, non la trovavo da nessuna parte, poi mi è venuto un flash, ho aperto l’armadio e l’ho trovata lì… buonissima, che mi guardava con la sua solita faccia da Pinta indemoniata e anche un po’ schifata. L’ho dovuta tirar fuori di lì prendendola in braccio, lei si vede che ci stava fin troppo bene lì dentro, sui miei maglioni… anche se era lì da 6 ore. Questo è accaduto perché lei ha la brutta abitudine di aprire l’armadio con le sue graziose manine bianche (ha le ante scorrevoli) e a quanto pare non solo lo apre, ma ci va pure dentro a dormire… Il mio fidanzato stamattina ha trovato l’armadio aperto e l’ha chiuso, giustamente. Io non mi sono accorta che lei non c’era a mezzogiorno e dieci, quando sono arrivata a casa, perché la Pinta è sociopatica quindi a pranzo non la vedo mai, appena mi giro lei schizza da sotto il letto e si mette su una delle sedie del tavolo da pranzo e non la vedo più fino a quando è ora di tornare al lavoro e devo andare a raccattarla.
Stavo già per creare un post sul blog: HO PERSO UN GATTO, QUESTA E’ LA SUA FOTO:

1

 

Anche oggi non è da meno

Se non ci fosse Asso, “I segreti dell’isola misteriosa” non sarebbe così interessante come anime. Ha sempre qualcosa da dire su TUTTO e se la prende anche con bambini e animali! Se non ci fosse lui, sarebbe una noia mortale. Altro che Doniphan di “Due anni di vacanze”… Doniphan là era solo uno sfigatello, è bastato un niente per farlo andare d’amore e d’accordo con Briant. Jack de “Il signore delle mosche” invece era un pazzo invasato che voleva uccidere Ralph.

Però a parte il naufragio e la rivalità tra i due tizi, “I segreti dell’isola misteriosa” non prende nient’altro da “Due anni di vacanze”, il quale invece come trama assomiglia molto a “L’isola misteriosa”.

“L’uomo produce il male come le api producono il miele.”
William Golding

Introduzione

Ho mille idee in testa e poco tempo per realizzarle.

Mi piace scrivere, leggere libri, manga e riviste, guardare film e telefilm, disegnare. Tengo vari art journal e quando sono ispirata mi dedico allo scrapbooking. Adoro gli oggetti vintage, le macchine da scrivere, andare in giro per mercatini e scoprire antichi “tesori”.

Per il titolo del blog mi sono ispirata a questa immagine.

I don’t finish anything. E’ vero. Inizio sempre con tanto entusiasmo, faccio progetti e… poi l’entusiasmo si esaurisce e passo a qualche altra idea. Ho deciso di raccogliere qui tutte le mie idee.

Spero che quello che scriverò e pubblicherò vi sarà utile. Infatti il mio obiettivo non è solo raccontare di me e dei miei 1000 progetti, ma anche pubblicare informazioni che ho scovato, che trovo utili, e che possono essere utili anche alle altre persone.

Ciao

I.