Le novità del weekend

Era da qualche giorno che avevo voglia di andare a fare un po’ di shopping, ogni tanto ci vuole… solo che i colorifici e i negozi di belle arti sono chiusi il sabato pomeriggio 😦 io penso… ma se la gente è libera solo il sabato perché durante la settimana lavora, come fa ad andare al colorificio a fare shopping? (il sabato mattina in realtà non esiste) Poi giustamente i negozi erano chiusi il 25 aprile (tranne le catene e i centri commerciali).

Siamo andati a fare un giro a Cremona e per pura fortuna abbiamo beccato la fiera del libro! Per MIA fortuna, più che altro, dato che il mio fidanzato si annoia a morte quando spulcio i libri ai mercatini XD

Ecco il mio bottino:
(e comunque gli adesivi gialli enormi che non si staccano bene dovrebbero essere banditi)

2015-04-26 15.38.41 2015-04-26 15.39.32 2015-04-26 15.39.47

2015-04-26 15.36.30 2015-04-26 15.36.57 2015-04-26 15.38.13

2015-04-26 15.40.18 Tempo fa mi dicevo: “Ma di fumetti di guerra non ne esistono tanti, ne faccio uno io!” e poi mi vedo questi fumetti vintage… ce n’erano una marea…

Ok…

… tanto il mio fumetto è fermo da 4 mesi, quindi… (troppo complicato per le mie capacità)

 

Tiger era aperto, e a me servivano dei nuovi quaderni ;P quindi… il bottino disegnato:

acquisti-tiger-1

acquisti-tiger-2

Non c’è più luce per fare foto decenti, ma vabbè…

Le ciabatte-swiffer e il cuscino non li ho presi, li ho ritagliati dal catalogo perché erano carini.

Il fumetto “sono malata” significa che devo aver preso freddo e ora ho raffreddore e mal di gola… non “malata” perché colleziono quaderni e mi piace comprare le cose inutili…… XD

Annunci

Quaderni CARTARESISTENTE

Quest’estate ho avuto l’opportunità di realizzare dei quaderni per il blog cartaresistente.wordpress.com.

La grafica l’hanno realizzata loro usando dei caratteri tipografici vintage, è veramente fighissima!

Ho usato il mio quaderno CRT in treno, e poi a casa, per disegnare/scrivere il mio diario di viaggio (infatti la vignetta dello scorso post proviene dal mio quaderno!)  😀

Libro in vacanza disegnato

Il 6 settembre 2014 intorno alle ore 20:30 ero in treno, stavo tornando da Roma. Per passare il tempo mi ero portata il kindle,  il libro del ciclo di Cthulhu. delle riviste inglesi comprate in stazione e il mio quaderno CRT da usare come diario di viaggio. Disegnare in treno è difficile perché traballa, trema, frena e curva in continuazione!

Su Carta Resistente spesso vengono pubblicate foto di gente che legge libri in treno. Io ho pensato di inviare un disegno di me che leggo un libro in treno 😉

http://cartaresistente.wordpress.com/2014/09/16/libro-in-vacanza-disegnato

 

Ricomincio da etsy

ESEMPIO2b

 

In queste ultime settimane ci sono stati grandi cambiamenti nella mia vita, e volevo che questo blog rispecchiasse questa nuova situazione. Nell’ultimo anno lo avevo trascurato perché mi sono dedicata anima e corpo alla mia grande passione, cioè disegnare fumetti. Non smetterò mai più di disegnare fumetti, mi rende felice, e anche se a volte provo frustrazione o delusione, vedere le tavole finite mi fa sentire… che sto facendo la cosa giusta. Lo sto facendo per me.

Però ho anche altre passioni, come la grafica e l’handmade. Ho sentito l’esigenza di unire le mie passioni in un nuovo progetto… ci è voluto un po’ di tempo e non è ancora finita, anzi, l’avventura è appena cominciata 🙂 Ho appena aperto un negozio su etsy, proprio ora, e pian piano aggiornerò con tutte le inserzioni. Già, perché ho deciso di creare dei taccuini handmade con le stampe dei miei disegni. Ho realizzato dei taccuini secondo i miei gusti, sono proprio il tipo di taccuini che comprerei io. Ho scelto dei soggetti che mi piacciono, come le polaroid, le macchine da scrivere, i gatti, le vans, i baffi, ecc… la copertina è di cartoncino Kraft rigido, le pagine interne di morbida carta riciclata perfetta per scrivere, e il formato è pocket da portare in borsa, comodissimo. Il prezzo è mini 🙂

Il negozio è questo: http://www.etsy.com/it/shop/Idontfinishanything

Per il momento sono presenti questi modelli (presto caricherò anche tutti gli altri):

 

01b

 

02a

 

03a

 

04a

 

05d

 

06a

 

07a

 

Spero che vi piacciano e che facciate un salto nel mio shop! 😀

etsy-shop

 

Photo Journals – 2 parte

Questa è la seconda parte del post dedicato ai photo journals. Vi mostro il photo journal che ho creato per contenere i ricordi di quest’estate, tutte le gite, le letture, le esperienze in generale… perché avevo una lista di cose da fare e posti da vedere che si allungava sempre di più. In questo modo ho tenuto traccia di tutto e posso dire con soddisfazione di aver fatto tantissime cose!

Vi mostro la maggior parte delle pagine, alcune le ho omesse per questioni di spazio (sarà comunque un lungo post pieno di foto…). Le foto sono scattate principalmente con la Fuji Instax Mini (formato perfetto per i mini album), alcune con la Fuji Instax Wide (perfette invece per lo scrapbooking, per le pagine d’album) e alcune le ho stampate con la stampante di casa perché quel giorno avevo la macchinetta scarica.

E dato che non finisco mai niente… le ultime tre facciate del photo journal estivo sono… vuote. Non sento di doverci scrivere qualcosa.

Il mio photo journal è così, semplicissimo, solo foto, scritte e qualche adesivo. E’ così che mi piacciono.

Photo Journals – 1 parte

Un paio di mesi fa, ispirata dagli art journal e photo journals di Elsie Larson, ho avuto l’idea di creare dei taccuini (o photo journals) con carta di vario tipo, tutta riciclata.

Per il primo progetto ho radunato della carta di vario tipo che giaceva inutilizzata in ufficio. Capita che per dei progetti si acquistino certi tipi di carta, che poi non vengono più utilizzati… creano solo confusione e rubano spazio, per cui ho deciso di dargli una nuova vita.

 

Ho aggiunto una copertina di cartoncino kraft, in modo da simulare lo stile dei quadernetti Moleskine o Muji (i miei preferiti), ho cucito a macchina ed ecco pronti i taccuini!
Solo uno l’ho cucito a mano, perché avevo messo troppi fogli e non era possibile usare la macchina da cucire.

 

Ecco un collage delle pagine interne:

 


Questi nelle foto sono tutti in misura A6, ma ne ho realizzati alcuni anche in A5.
L’A6 è il formato perfetto per i photo journals, mentre l’A5 si adatta perfettamente ai taccuini per scrivere.

La rilegatura a macchina è molto più carina!

 

Per altri taccuini ho usato dei mix di carte inusuali, come pagine di libri e riviste vintage, vecchi registri di scuola, pagelle antiche, anche riviste attuali, le pagine pubblicitarie possono essere molto interessanti e versatili.

Ma perché “photo journal” e non semplici “taccuini”?
Perché le pagine che hanno delle immagini sono perfette per incollarci foto, hanno già lo sfondo decorato! Infatti nel prossimo post vi mostrerò come ho decorato il photo journal dedicato all’estate appena passata.

 

 

Mail art

Molti blog italiani hanno parlato di mail art. Per chi non lo sapesse, è l’arte di decorare buste o cartoline e spedirle agli amici oppure spedirle ad altri artisti che ricambieranno (in questo caso si ha uno swap, uno scambio).

Dev’essere bellissimo ricevere delle piccole opere d’arte per posta… e collezionarle.

Nell’attesa di cimentarmi in qualche swap vi mostro una busta e una cartolina che ho spedito a due amiche (spedite con posta normale, è arrivato tutto! e sono state molto gradite).

BUSTA FRONTE E RETRO:

Il francobollo poi l’ho messo al solito posto, in alto a destra.

CARTOLINA:

(mixed media su carta)

Cartello motivazionale – mixed media su carta

Oggi volevo mostrarvi un oggetto che ho realizzato per il mio studio.

Nel mio ultimo art journal ho usato come copertina esterna una busta in tessuto: era junk mail, posta pubblicitaria. All’interno della busta c’era un cartoncino di carta per acquerello con i bordi sfrangiati, con un lato bianco e l’altro con stampato l’invito ad un evento.

Volevo utilizzare il cartoncino per creare una pagina di art journal, ma ad un certo punto ho deciso che avrei creato un oggetto da appendere nel mio studio, una sorta di “cartello motivazionale”.

L’uccellino è uno stencil che ho realizzato copiandolo da uno stencil realizzato da una mia cara amica.

Per realizzare questo cartello ho usato vari tipi di timbri: gli swirl con la tempera blu sugli angoli, i rombi con l’acrilico bianco, la cartolina con Distress Ink Pad prima e pastelli gel poi, timbro rollo con le scritte, timbro con le scritte in corsivo, timbri alfabeto typewriter…

I media utilizzati sono tanti: tempere, acrilici, glimmer mist, distress ink, pastelli gel, china bianca, crete, pastelli ad olio, inchiostri vari… Tutta la superficie è ricoperta di cera d’api, che ingloba anche i piccoli charms che mi hanno regalato due amiche un po’ di tempo fa (non sono capace a creare ciondoli ma ho trovato un modo di usare i charms che mi aggrada molto).

La superficie è bellissima da toccare…

La cera d’api non la uso solo sul legno ma su qualsiasi superficie che mi ispiri.

La frase motivazionale è tratta dall’Artist’s Way: Creativity is a blessing I accept.
Non c’è posto migliore del mio studio per appendere questo cartello.
La scritta “I accept” l’ho scritta con la macchina da scrivere su carta di libro vintage ricoperta di gesso acrilico.

Come dicevo prima, purtroppo non so creare ciondoli. Mi sarebbe piaciuto appendere in basso catenelle con i charms ma non ho né gli strumenti né le conoscenze.
Allora ho appeso 3 cuoricini legati con lo spago sottile.

I cuoricini li avevo tagliati con la Big Shot un po’ di tempo fa, ricavati da una carta con un esperimento mixed media fallito. Invece che buttarlo ho ricavato i cuori die-cuts e ho dovuto metterli in una scatola perché ovunque li lasciassi, poi ogni volta che entravo nello studio li trovavo per terra. Alla mia gatta piacevano moltissimo.

Per ora ho appeso il mio lavoro ad un angolo della libreria, fuori dalla portata della mia gatta.