Bullet Journal: fare il set-up

Il bullet journal in poche parole è un sistema pratico di tenere un’agenda.

Per informazioni più dettagliate qui puoi trovare:

In ogni caso in questo post ti spiegherò che cos’è e come funziona.

 

Bullet journal: che supporto usare

 

bullet-journal

La cosa fantastica è che non serve un’agenda particolare, o un’agenda classica: si può utilizzare un normale taccuino in cui sarai TU a creare le sezioni di cui hai bisogno.

E’ consigliato un quaderno con i puntini (dotted) perché, oltre ad essere più moderno e carino, dà la possibilità di scrivere dritto come fanno le righe, e di disegnare quadratini, linee e tabelle come fanno i quadretti, senza appesantire visivamente la pagina.

Ecco alcuni dei taccuini più fighi e funzionali che puoi trovare in commercio per creare il tuo Bullet Journal:

Recentemente è stata introdotta una novità, ossia gli stencil per creare liste, tabelle, banner e quant’altro in maniera perfetta e veloce!

Kit Stencil

Altri strumenti utili:

 

Bullet journal: il metodo originale

 

Il mio metodo di tenere il bullet journal si discosta molto da quello originale:

  • non utilizzo simboli per cui è richiesta una legenda
  • non utilizzo l’indice
  • all’inizio compilavo da me il future-log, ora incollo un calendario prestampato per velocizzare il procedimento

Il mio è un metodo minimal e semplificato al massimo per ottenere il massimo risultato: infatti, dalle immagini e dal video che vedrai tra poco, potrai notare la differenza rispetto al metodo originale.

 

Il metodo originale

 

bullet-journal-metodo-2

Nel bullet journal originale troviamo sempre questi tre elementi:

  • Indice a inizio quaderno: infatti le pagine andrebbero numerate o si dovrebbero usare taccuini con pagine numerate, in modo da trovare le sezioni desiderate tramite l’indice che andremo a compilare man mano usiamo la nostra agenda;
  • Future Log: calendario del mese o dell’anno, scritto a mano da noi, dove dovremo segnare quegli eventi che dobbiamo tenere a mente e non possiamo scrivere giorno per giorno;
  • Agenda giornaliera: da scrivere giorno per giorno, prendendoci lo spazio che ci serve e segnando eventi, cose da fare e appunti.

Per distinguere le cose da fare giorno per giorno da eventi e appunti esistono dei simboli, per i quali è necessaria una legenda.

Il metodo fornisce alcuni simboli, poi possiamo inventarne noi di nuovi.

 

Ecco qui una spiegazione visiva del metodo con i simboli e un’esempio della pagina di agenda risultante:

bullet-journal-metodo-1

Non so te, ma io non ho tempo di imparare tutti i simboli, di ricordarli e di scriverli correttamente. Inoltre non mi piace lasciare spazio bianco e purtroppo non mi ci trovo in questo tipo di organizzazione.

Per questo ho sviluppato un metodo personale.

 

Bullet Journal: il mio metodo

 

Chi usa il bullet journal al posto dell’agenda classica è libero di personalizzarla come preferisce.

Su Pinterest e Instagram infatti vediamo pagine bellissime, tutte decorate, corredate da una splendida calligrafia e tabelle disegnate con le squadre da tanto sono perfette.

 

Io mi stuferei di decorare, scrivere bene e usare il righello dopo la prima settimana.

Ma questo solo perché sono una disegnatrice: disegno manga e al momento ho 3 sketchbook in corso, oltre a mille quaderni di idee e liste varie!!

Chi non disegna ma è una crafter, una designer o una persona creativa si divertirà moltissimo a creare splendidi layout e ghirigori nel proprio bullet journal!

Per me, invece, il bullet journal deve avere tre scopi fondamentali:

  • farmi risparmiare tempo aumentando la produttività
  • avere tutto in un’unico posto grazie alle sezioni da me create
  • non sprecare spazio quando ho poco da scrivere, e avere tutto lo spazio che mi serve quando ho tante cose da fare

Ecco com’è organizzato il mio:

bullet-journal-metodo-5

Non ho bisogno dell’indice: so dove sono le sezioni che ho creato, inoltre uso i post-it segna pagina.

  • Sezioni: tutte le sezioni che mi servono, dove scrivere le liste di idee e cose da fare
  • Calendario: mese per mese, scaricato da un sito web previa iscrizione alla newsletter (su Pinterest ne trovi tanti, e su Etsy ne trovi ancora di più) per scrivere appuntamenti, scadenze, compleanni, ecc…
  • Pagina del mese: ogni mese scrivo gli obiettivi e le priorità, e a fianco scrivo gli highlights man mano che accadono
  • Calendario editoriale: dato che gestisco due blog, una pagina facebook, un canale You Tube e una pagina Instagram, è importante per me avere un calendario settimanale delle pubblicazioni
  • Agenda: giorno per giorno scrivo le liste di cose da fare ed eventualmente le idee che mi vengono se non trovano riscontro nelle sezioni che ho impostato.

 

Ecco il mio metodo per l’agenda giornaliera:

bullet-journal-metodo-3

Quadratini.
Semplici quadratini da spuntare.

Facile, no?

Così rimane tutto più in ordine e capisco bene cosa devo fare:

bullet-journal-metodo-4

 

Mi trovo benissimo così. Uso il bullet journal da fine 2016 e non tornerei più alla classica agenda.

 

Il bullet journal è “solo” un’agenda

 

“Solo” tra virgolette, perché è un’agenda personalizzata in base alle mie esigenze e che si evolve in base ad esse.

 

Le sezioni

 

Per quanto riguarda le sezioni di cui parlavo prima, io ho segnato queste all’inizio del mio Bullet Journal:

  • libri da comprare
  • film da vedere
  • film visti
  • wishlist
  • sospesi
  • idee disegni
  • idee video
  • idee social
  • idee newsletter
  • idee blog
  • appunti Etsy

In fondo al Bullet Journal ho delle altre sezioni:

  • ricette
  • finanze
  • idee varie

 

La pianificazione è la chiave

 

Affinché il Bullet Journal risulti essere un’agenda modellata sulle nostre esigenze, prima di cominciare è necessario fare un minimo di pianificazione per decidere prima le sezioni.

Se non ci basta lo spazio, come spiegato prima possiamo scrivere a partire dall’ultima pagina del quaderno.

 

Video del set-up

 

Ho preparato un video che potrà esserti utile: si tratta del set-up del mio nuovo Bullet Journal che ho iniziato ad agosto 2018 (il primo mi è durato 1 anno e 7 mesi ed era un taccuino dotted Leuchtturm).

Se vuoi iniziare anche tu un Bullet Journal, ora è il momento giusto! Perché ogni momento è quello giusto per cominciare.

 

Il video è sul mio canale You Tube dedicato ai disegni; ho anche un blog ufficiale, una pagina facebook e un account Instagram.

 

Ci sentiamo presto con grandi novità!

Infatti mi sto preparando a riaprire il negozio su Etsy!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...